Citrus Bergamia, ovvero il Bergamotto di Calabria

Il bergamotto, frutto unico al mondo con eccezionali qualità. More »

Bergamotto, unico e irriproducibile frutto della Calabria

Eccellenza calabrese, il Bergamotto è utilizzato in tutte le sue fasi di crescita e maturazione. More »

Tutela e Valorizzazione

La Aical di Monasterace, attua politiche di diffusione e studi sul bergamotto. More »

Originale Calabrese

Il marchio di Qualità \"Originale Calabrese\" garantisce la provenienza del Bergamotto. More »

Il Bergamotto e la Calabria

Il Bergamotto come espressione di una regione. la Calabria, insieme per un territorio dalle peculiarità uniche. More »

 
Bergasterol, succo di bergamotto

Prorpietà benefiche del bergamotto

Proprietà benefiche del bergamotto calabrese

Abbiamo elencato nei vari articoli del nostro sito le proprietà benefiche del bergamotto, spesso in modo molto specifico, di seguito per chi desidera approfondire in seguito una sintesi dei benefici dall’assunzione di bergamotto.

Il bergamotto è una vera e propria miniera di sostanze nutritive importanti per la nostra salute ed il benessere del nostro organismo.

Ricco di vitamine e sali minerali, il bergamotto è in grado di svolgere un effetto benefico su apparato cardiovascolare, colon, intestino, stomaco, capelli (meglio l’olio essenziale di bergamotto) e reni.

Poiché del bergamotto il web è inondato di notizie relative al bergamotto inteso come olio essenziale, è bene puntualizzare che stiamo elencando le proprietà benefiche del bergamotto calabrese inteso come frutto, agrume.
È inoltre ricco di flavonoidi, potenti antiossidanti e possiede proprietà germicide, disinfettanti, digestive, lassative e antitumorali, soprattutto per quanto riguarda il seno e colon. Senza contare che è anche un valido alleato per contrastare i gas addominali, un antipertensivo naturale e un ottimo alleato in caso di cistite e disturbi renali.

Le proprietà benefiche del bergamotto calabrese sono risultanze di cultura popolare e di recenti studi di varie università nel mondo. Il fenomeno nutraceutico “bergamotto” è quindi una delle più interessante novità scientifica del decennio, specie per quanto riguarda la funzione contro il colesterolo e antitumorale, il bergamotto contiene la più alta concentrazione di limoneidi tra i prodotti naturali. Nei nostri vari articoli abbiamo riportato tesi e studi scientifici al riguardo.

Le proprietà benefiche del bergamotto calabrese, sono una realtà che viene confermata ripetutamente ad ogni studio effettuato su questo agrume che si produce solo in Calabria e solo nella costa jonica reggina.

Bergasterol, statine naturali

valori di colesterolo

Valori di colesterolo
Leggendo le analisi del sangue notiamo il valore di colesterolo con due distinti valori: il primo è quello sicuramente più conosciuto e spaventoso, detto LDL, con valori alti si rischia di provocare ostruzioni all’apparato cardio-circolatorio, bloccando il flusso di sangue dal cuore alla periferia dell’organismo se presente in grandi quantità. Non deve superare i 200 mg/dl.

Il secondo, meno conosciuto è il colesterolo HDL che viene comunemente denominato “buono” per via delle sue funzioni di protezione contro i disturbi cardio-circolatori di una persona sana, possiamo paragonare il colesterolo HDL ad una sorta di spazzino, che previene il deposito di colesterolo nelle arterie.

L’HDL funge da antiossidante, perché trasporta le impurità nel fegato il quale trasforma il colesterolo “cattivo” in bile, espulsa successivamente dall’organo in questione. Molte persone, però, dopo aver fatto le analisi del sangue, potrebbero riscontrare livelli normali di colesterolo “cattivo” ma allo stesso tempo valori troppo bassi di colesterolo “buono” che deve essere maggiore di 60 mg/dl.

Per quelli che non vogliono intraprendere un percorso di cura immediato con i medicinali, supportati anche dai vari studi di Istituti ed Università, si è dimostrato come l’alimentazione possa anche bastare per riportare alla norma i valori di colesterolo.
Tra le soluzioni, quella dell’assunzione di bergamotto, il succo, sicuramente è la più concorde tra medici e ricercatori.
Noi consigliamo sempre  di avvalersi di un consulto preventivo medico. Il bergamotto potrebbe non essere idoneo in particolari casi soggettivi, non è comunque prevista alcuna controindicazione. Il Bergasterol, succo di bergamotto, è il prodotto sotto l’aspetto nutraceutico con caratteristiche particolari: naturale, senza conservanti e additivi, ricco di flavonoidi e con componenti simili alle statine. La presenza dell’albedo del bergamotto nel Bergasterol innalza notevolmente la sua funzionalità nel contrasto del colesterolo. Il Bergasterol agisce anche nella riduzione dei trigliceridi e glicemia. www.bergasterol.it

Oltre al bergamotto, un aiuto pratico a riportare ai giusti livelli il valore di colesterolo, è sicuramente  la perdita di peso, un fattore che aiuta a prevenire anche il diabete, meglio facendo parecchia attività motoria. Smettere di fumare, infine, oltre a prevenire il rischio di ammalarsi di tumore, permette all’organismo di far rialzare i valori di colesterolo “buono” senza utilizzare farmaci.

Bergasterol, succo di bergamotto

Ultime scoperte, medicina naturale contro il cancro

Ultime scoperte, medicina naturale contro il cancro

Bergamotto ( Citrus bergamia Risso ) come fonte di nutraceutici: limonoidi e flavonoidi

Il succo di bergamotto naturale è citotossico per le cellule del cancro al seno

Significative quantità di limonoidi sono stati purificati mediante HPLC preparativa HPLC / PDA / MS da semi di bergamotto e succo di frutta.

I limonoidi sono promotori di salute sotto molteplici aspetti per il genere umano, e hanno molte proprietà farmacologiche:
antitumorale, antiossidante, antibatterica e antimicotica.
Per quanto a conoscenza degli autori, di seguito riportati con relativa pubblicazione,  non ci sono rapporti di precedenti studi sulla composizione del limonoidi nei frutti di bergamotto, quindi lo scopo di questo lavoro è stato quello di caratterizzare la buccia di bergamotto, la polpa, semi e succo di frutta.

I campioni analizzati hanno evidenziato la presenza di entrambi i limonoidi agliconi e glucosidi. agliconi limonoidi. I glucosidi limonoidi sono più abbondanti nei succhi e polpe (61 e 76% del totale, rispettivamente).

In ambito nutraceutico i semi e succo di frutta possono rappresentare un modo vantaggioso per rivalutare questi sottoprodotti a scopo nutraceutico.

Fonti per questo articolo:

Studi di:
Marina Russo a , b ,
Adriana Arigò una ,
Maria Luisa Calabrò una ,
Sara Farnetti C ,
Luigi Mondello un , b , d ,
Paola Dugo un

Volume 20 gennaio 2016, pagine 10-19

Fonte: http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1756464615005022
http://www.sciencedirect.com/science/journal/17564646/20/supp/C

Ulteriore studio: http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0061484

Inseriamo anche il link del succo di bergamotto Bergasterol. naturale al 100%, http://www.bergasterol.it

Bergasterol, statine naturali

Statine naturali

Statine naturali dal Bergamotto; possono avere effetti simili a quelli delle statine nel controllare il colesterolo LDL, senza tuttavia gli effetti collaterali dei noti farmaci…

La Calabria è il maggiore produttore mondiale di bergamotto. Il 95% della produzione totale arriva, infatti, da questa regione, il bergamotto (Citrus Bergamia Risso) è una pianta molto sensibile alle condizioni pedoclimatiche per cui trova il suo habitat naturale in una zona ristretta della provincia jonica di Reggio Calabria. Note di produzione di questo agrume portano una datazione certa sin dal 1750. La superficie oggi coltivata a bergamotto al 2016 è di circa 2.500 ettari. E’ il caso di rivolgersi in questa regione i prodotti al bergamotto, l’Associazione AICAL, promuove e valorizza il prodotto tipico calabrese. www.aical.it

Tra i compartimenti del frutto, flavedo, albedo e succo, il flavedo viene utilizzato come fonte di oli essenziali. Il succo è largamente impiegato per prodotti nutraceutici, al fine di ottenere un maggio apporto di statine naturali, conviene orientarsi su un prodotto in cui sia presente anche l’albedo (il Bergasterol, contiene 100% bergamotto, albedo e succo).

Tornando alle statine naturali, i ricercatori dell’Università Magna Grecia di Catanzaro, hanno condotto uno studio in cui si sottolinea come un gruppo di enzimi noti con la sigla HMGF (idrossi flavononi glutaril metile) presenti nell’albedo e succo di bergamotto, possono contrastare l’azione dannosa di alcune proteine ritenute essere causa di malattie cardiache.

I ricercatori, che hanno pubblicato i risultati dello studio sul Journal of Functional Foods, dimostrano come il succo di Bergamotto, possa avere effetti simili a quelli delle statine nel controllare il colesterolo LDL, senza tuttavia avere gli effetti collaterali dei noti farmaci.

I test condotti per confrontare gli effetti delle statine e degli enzimi HMGF sul colesterolo hanno mostrato che l’assunzione di bergamotto non solo ha ridotto i livelli di colesterolo LDL, ma ha aumentato quelli del colesterolo HDL, anche detto “buono”. Già in un precedente studio, condotto dal team del prof. Vincenzo Mollace dell’Università della Calabria, si erano evidenziate le proprietà salutari del Bergamotto  che, grazie all’azione dei polifenoli, era risultato efficace nel ridurre  i livelli di trigliceridi e la glicemia (oltre al colesterolo).

L’effetto antiossidante è stato paragonato a quello della vitamina E ed è prodotto dagli antocianosidi, dalla brutieridina e dalla mellitidina presenti negli estratti albedo e succo di bergamotto. Queste sostanze, tra l’altro, contribuiscono alla prevenzione dell’arteriosclerosi.

Ricordiamo sempre che un consulto preventivo del vostro medico su argomenti che riguardano la salute è sempre consigliato.

 

BIBLIOGRAFIA:

L. Di Donna, G. De Luca, F. Mazzotti, A. Napoli, R. Salerno,
D. Taverna and G. Sindona, Statin-like Principles of Bergamot
Fruit (Citrus bergamia): Isolation of 3-Hydroxymethylglutaryl
Flavonoid Glycosides, vol. 72, nº 7, 2009, pp.
1352–1354.

Monica Leopoldini, N. Malaj, M. Toscano, G. Sindona, and N.
Russo, On the Inhibitor Effects of Bergamot Juice Flavonoids
Binding to the 3-Hydroxy-3-methylglutaryl-CoA Reductase
(HMGR) Enzyme in J. Agric. Food Chem., vol. 58, nº 19,
2010, pp. 10768–10773.

succo di bergamotto

Flavonoidi statine del bergamotto

Flavonoidi statine del bergamotto

Il bergamotto sta diventando sempre più popolare come alternativa alle statine su base globale.

Può il succo di bergamotto abbassare il colesterolo in contrasto con l’assunzione di farmaci a base di statine?
Una ricerca pubblicata su Journal of Natural Products nel 2009 ha evidenziato che il Bergamotto ha potenzialità naturali da sostituire alle statine: l’acido 3-idrossi-3-metilglutarico (HMG) e quattro flavonoidi identificati nel bergamotto, essi sono in grado di interferire con la naturale sintesi del colesterolo nel corpo umano, inibendo l’attività del primo enzima nel percorso di sintesi del colesterolo. I flavonoidi polifenolici del bergamotto bloccano la produzione di colesterolo nel corpo umano in un modo simile alle statine.

La presenza dei particolari flavonoidi presenti nel succo di bergamotto, contribuisce scientificamente, a quanto sempre espresso la conoscenza popolare. Ecco alcuni dei motivi per cui il succo di bergamotto viene proposto a persone che non vogliono o possono assumere statine.

Flavonoidi statine
Inoltre, aggiungiamo per ulteriori ricerche sui flavonoidi: L’introduzione di flavonoidi nell’alimentazione aumenta i livelli plasmatici di acidi grassi Omega-3. Lo ha dimostrato uno studio pubblicato sul Journal of Nutrition, in cui i ricercatori della Facoltà di Medicina dell’Université Joseph Fourier di Grenoble (Francia) hanno confermato e chiarito i dati ottenuti in precedenti studi sugli effetti benefici di questi nutrienti

Le proprietà di abbassare il colesterolo del succo di bergamotto sono stati scoperti in uno studio italiano pubblicato nel novembre 2010 sulla rivista “Fitoterapia”. Il succo di bergamotto Bergamotto riduce LDL colesterolo totale – il colesterolo cattivo, trigliceridi e glicemia e aumenta l’HDL – il colesterolo buono, in pazienti con colesterolo elevato che hanno consumato bergamotto per 30 giorni.

Flavonoidi statine
La cura naturale, spesso utilizzata per varie cure, spesso è sopravalutata dalle persone che per un motivo o per l’altro, richiedono di perseguire questo percorso. Un consulto medico è sempre raccomandato, non è possibile utilizzare il cibo come farmaco, ma è possibile utilizzare il cibo per “sostenere e mantenere corpi sani”.

 

bergamotto originale della Calabria

Costo del bergamotto

Costo del bergamotto.

Ogni stagione di raccolta del bergamotto ha in sé una serie di problematiche legate al costo. Gli acquirenti che siano profumieri o operatori di cosmesi o agroalimentare sono in spasmodica attesa di conoscere il costo di questo prezioso agrume che ha il suo valore solo perché riesce a fruttificare solo nell’area jonica reggina della Calabria. Un piccolo fazzoletto di terra nel mondo che produce un bene unico e irriproducibile in qualità.

Tuttavia, il mercato si comporta in modo strano ed il costo del bergamotto varia da 1 a 10 come per incanto. Lo abbiamo constato nei mercati di Milano, Torino, Roma, Firenze, Treviso, Verona, Venezia, Bergamo, Bologna, Napoli.

bergamotto originale della Calabria

Come utilizzare il bergamotto

Come utilizzare il bergamotto

Il bergamotto è un agrume, appartenente alla famiglia delle Rutaceae, che comprendono molte specie del genere Citrus. La consistenza degli agrumi, arancio, il limone e il mandarino sono fra gli esempi più diffusi di questo tipo di piante. Il bergamotto è un albero che misura poco meno di quattro metri di altezza, dalle foglie verdeggianti e dai frutti molto simili ai cugini agrumi. Il bergamotto è poco diffuso poiché è tipico della Calabria jonica reggina, cresce ed è utile solo se calabrese, in altre parti del mondo e della stessa regione Calabria, perde ogni peculiarità. Il frutto in particolare, prende il nome di esperidio, ed è costituito da una zona più esterna, colorata, chiamata flavedo, una parte intermedia, bianca e spugnosa, chiamata albedo e una parte interna divisa in spicchi e succosa, contenente i semi. Questi alberi hanno delle foglie grandi, verde brillante e coriacee e dei fiori bianchi, intensamente profumati. Con questa guida spiegheremo in dettaglio le grandi proprietà benefiche di questo importante agrume. Il bergamotto lo possiamo utilizzare per alimentarci, per produrre cosmetici o per curare certe problematiche che ci affliggono.

Succo di bergamotto

Bergamotto indicazioni terapeutiche

Bergamotto indicazioni terapeutiche ed applicazioni alimentari.

Non possiamo inziare a parlare del bergamotto senza evidenziare il suo utilizzo principale e storico, utilizzo che in questi ultimo anni si è moltiplicato fino ad evidenziare le prorpietà mutraceutiche e terapeutiche di un agrume che tutto il mondo acquista solo ed esclusivamente dalla Calabria. La Associazione Aical, tutela e valorizzazione del tipico in calabria, in questi ultimi anni ha profuso molte risorse affinchè questo straordinario agrume abbia la giusta visibilità e apprezzamento anche sotto l’aspetto “bergamotto indicazioni terapeutiche”. Il progetto Citrusbergamia.com rientra in queste azioni, cercando di evidenziare la bontà di un prodotto calabrese unico e irriproducibile in altre parti del mondo.

Bergamotto indicazioni terapeutiche

Il bergamotto sotto forma di essenza, lo troviamo nelle componenti della più della metà dei profumi femminili ed in oltre il 70% di quelli maschili che vengono prodotti nel mondo. Dal 1920  il bergamotto è l’ingrediente leader di ogni fragranza profumiera, oggi grazie alle possibili nuove ricerche che confermano l’eccezionalità di un agrume che attraverso il terreno ed il microclima  della Calabria Jonica rendono il bergamotto calabrese di una qualità e consistenza non riscontrabile in nessuna altra parte del mondo.

Bergamotto indicazioni terapeutiche

bergamotto medicina del cuore

Gli impianti agricoli di bergamotto nella zona che va da Villa San Giovanni a Monasterace, in Provincia di Reggio Calabria, rappresentano la nuova direzione agricola per il territorio. Confermato dalle nuove tecnologie scientifiche moderne quanto da sempre affermato da nostri avi, il bergamotto ed i suoi sottoprodotti è il frutto della salute e del benessere, da qui le indicazioni terapeutiche. Viene con successo impiegato per le cure cardiache, colesterolo, trigliceridi e glicemie, in un convegno sul bergamotto a fine 2015, alcuni medici  hanno evidenziato le possibili applicazioni in medicina per la cura dei tumori, per via dei particolari polifenili presenti nel bergamotto calabrese.

Bergamotto indicazioni terapeutiche

Degustando bibite, succhi e dolci a base di bergamotto ci si può anche curare. il bergamotto trova larghissimo impiego anche in cucina attraverso sciroppi, canditi. I grandi chef internazionali chiedono alle aziende del territorio ogni sorta di prodotto legato al bergamotto. I maggiori acquirenti di bergamotto sono sempre stati i francesi per via delle aziende profumiere, e la importazione di bergamotto calabrese ha fatto si che più facile trovarlo nei menù in Francia che in Italia, la Bergamote è una specialità di Nancy.

Bergamotto indicazioni terapeutiche

In Calabria, anche se piccolissime, le aziende che trattano il bergamotto sono in grado di fornire la migliore qualità senza il supporto di marchi e soprattutto senza eccessive sofisticazioni.
Il bergamotto è efficacissimo al naturale, non sono necessarie sofisticazioni. Per informazioni sul bergamotto e sui prodotti potete contattare la Associazione AICAL. Tel 0964 732888

Succo di bergamotto

Bergamotto calabrese

Bergamotto calabrese.

In merito alla sicurezza, qualità e rintracciabilità del bergamotto, l’Università della Calabria ha recentemente depositato un brevetto internazionale che riguarda il bergamotto calabrese e la esclusiva presenza nel frutto di due statine naturali; la brutieridina e la mellitidina. La ricerca condotta in esclusiva dalla Unical, ha dimostrato che le due molecole abbassano il livello di colesterolo con la stessa efficacia , in termini di dose/risposta, dei farmaci attualmente utilizzati in terapia, il vantaggio dei due nutraceutici è rappresentato dall’assenza di controindicazioni.

Il succo e l’albedo del bergamotto, opportunatamente formulati, come nel caso del Bergasterol, producono matrici naturali ricchi delle due molecole. I due farmaci naturali appartenenti alla famiglia degli HMG-flavonoidi presenti nel bergamotto calabrese, rappresentano una ulteriore conferma del potere anticolesterolemico del bergamotto calabrese.

Ecco comunque evidenziato l’aspetto sicurezza, qualità e rintracciabilità sul bergamotto calabrese, che spesso vede ridotto il mercato e la diffusione da prodotti privi di tracciabilità con supposte proprietà salutistiche, prodotti poco naturali, con aggiunte e soprattutto anche se calabresi, non dell’area jonico-reggina.

Il bergamotto calabrese, non è riproducile in altre parti del mondo, fate attenzione agli acquisti.

Alcuni link di riferimento per acquisti sicuri:

- AICAL – Associazione a tutela del prodotto tipico in Calabria www.aical.it  tel, 0964 732888

- BERGASTEROL, succo di bergamotto con albedo, www.bergasterol.it

- TIPICAL.IT vendita di agrume fresco, a novembre a marzo, www.tipical.it

 

bergamotto originale della Calabria

bergamotto di Calabria

Sono sempre più assidue le richieste di informazioni sul bergamotto, ecco a seguire la descrizione e misure sui metodi di coltivazione.

Ricordiamo che la coltivazione in altre zone al di fuori dell’area jonico-reggina non produce agrumi di qualità eccelsa, utilissimi in cucina, ma sicuramente privi di essenza e con ridotta concentrazioni di componenti chimici.

DESCRIZIONE GENERALE
Il Bergamotto di Calabria è un albero dal modesto vigore, ha un habitus vegetativo variabile ed ha dei rami in cui è raro trovare delle spine. I fiori sono numerosi, di color bianco, emanano molto odore, hanno cinque petali, sono riuniti in gruppi e sono ermafroditi. Il frutto ha un aspetto simile a quello di un’arancia, il colore può variare dal verde al giallo in base al grado di maturazione; la buccia è sottile e liscia ed il peso che va dagli 80 ai 200 grammi. La buccia del frutto è molto ricca di oli essenziali. La polpa si presenta suddivisa in una dozzina di spicchi, ha un succo molto acido e amaro. I semi sono pochi e sono monoembrionici.

ESPOSIZIONE
Il Bergamotto va esposto alla luce solare, anche direttamente ai raggi del sole. Evitare di metterlo in posti troppo ventosi.

FIORITURA
La fioritura avviene tra marzo ed aprile.

 

CURA

CONCIMAZIONE
Per praticare una corretta concimazione va effettuata l’analisi del terreno ed anche delle foglie, questo per capire quali siano i livelli nutrizionali della pianta e capire se ci siano eventuali carenze o eccessi.

IRRIGAZIONE
Serve irrigare nel periodo estivo solo in caso di deficienza di acqua.

POTATURA
Bisogna diradare l’affastellamento dei germogli, in maniera tale che i rametti siano alla corretta distanza tra di loro. Il Bergamotto avrebbe bisogno della potatura ogni anno per evitare l’alternanza di produzione.

MALATTIE
Il Bergamotto può essere attaccato dai seguenti parassiti: ragnetto rosso, cocciniglia cotonosa, afide bruno, tignola della zagara, oziorrinco e Armillaria mellea. Ci sono delle virosi che sono in grado di produrre danni anche molto gravi agli agrumi: Tris, Maculatura anulare, Exocortite  e Psorosi.

PARTICOLARITA’
Sono assolutamente da evitare i ristagni idrici.

TEMPERATURA
L’ambiente nel quale viene coltivato non deve scendere al di sotto dei 10°C.

SUBSTRATO
Il Bergamotto di Calabria preferisce un terreno sciolto o di medio impasto, ben drenato, fertile, profondo, dal pH compreso tra 6,5 e 7,5 e molto ben fornito di sostanza organica. Terreni troppo calcarei o argillosi non vanno per niente bene.

PROPAGAZIONE
Il Bergamotto di Calabria può essere riprodotto per seme e si può ottenere una pianta del tutto identica alla pianta madre.