Come si beve il succo di bergamotto?

Come si beve il succo di bergamotto. Guida alla giusta assunzione.

Che cosa è, e come si produce. 

Il succo di bergamotto è il risultato della spremitura del frutto dell’agrume. In commercio solitamente si propone il prodotto al 100%, ma si può trovare anche in forma diluita con percentuale che varia mediamente dal 30 al 50. In Italia per essere denominato succo un prodotto che abbia una percentuale superiore al 12%, non conosciamo aziende che applicano tale percentuale minima sul succo di bergamotto. La provenienza del bergamotto deve necessariamente essere della Calabria jonico-reggina, unico posto al mondo dove il bergamotto sviluppa i suoi 350 componenti chimici.
Il suo sapore è agro, più del limone, più del cedro, bisogna farci abitudine, ci si può abituare. Come si beve il succo di bergamotto? Il miglior metodo è allungarlo con la sola acqua, a piacimento. Continua la lettura di Come si beve il succo di bergamotto?

Coronavirus e difese immunitarie

Coronavirus e difese immunitarie

Non sono tempi facili, ogni nostra decisione è subordinata dalla presenza del corona virus Covid 19. Sotto l’aspetto di contrasto al virus quotidianamente si aggiornano linee guida e raccomandazioni che virologi, medici ed operatori del settore medico valuta continuamente in attesa di un vaccino.

Ma cosa possiamo fare in attesa, come possiamo aiutare il nostro corpo a renderlo più resistente, a proteggerlo dal virus? Tra le raccomandazioni generali ci sono anche quelle di rafforzare, di innalzare le difese immunitarie. Avere un sistema immunitario efficiente è fondamentale per difenderci dalle malattie e dalle infezioni. Questo vale sempre, ma ancora di più in un periodo di emergenza sanitaria come quella che stiamo vivendo. Continua la lettura di Coronavirus e difese immunitarie

Il Bergamotto sulla rivista scientifica Nature.

Il Bergamotto e le evidenze scientifiche. Il Bergamotto sulla rivista scientifica Nature.
Gli studi sul bergamotto, incentrati ne succo di bergamotto, oramai non si contano più. Numerose prestigiose sono gli Enti e gli studiosi che hanno trattato e dimostrato le proprietà terapeutiche utili per contrastare diversi disturbi metabolici connessi.
Il bergamotto, “il principe degli agrumi”, “l’Oro Verde della Calabria” conquista sempre il podio nelle affermazioni e conferme autorevoli in termini globali. Il succo di bergamotto è capace di produrre effetti benefici per la salute umana. Continua la lettura di Il Bergamotto sulla rivista scientifica Nature.

Il bergamotto fa bene al fegato

Il bergamotto fa bene al fegato.

Il bergamotto è un frutto ricco di vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B ed è una fonte importante di flavonoidi unici, propri dell’agrume, potenti antiossidanti utili per garantire l’ottimale funzionamento del fegato e del sistema immunitario.
Il bergamotto aiuta il fegato a depurarsi: bere ogni giorno mezzo bicchiere di spremuta al 100% diluito in poca acqua, favorisce l’eliminazione delle tossine dal fegato e aiuta il suo benessere generale. Continua la lettura di Il bergamotto fa bene al fegato

Come è composto il succo di bergamotto

Succo di bergamotto, come è composto.

Citrus Bergamia Risso ovvero bergamotto, è una pianta di agrumi che cresce “al top” esclusivamente nella stretta regione costiera jonica della regione Calabria, in Italia.
La particolare condizione unica di produttività è dovuta alla sensibilità climatica e alle condizioni del terreno.
Il succo di bergamotto era tradizionalmente riconosciuto dalla popolazione locale come rimedio per sostenere il livello di colesterolo sano e la salute cardiovascolare. Questa è stata la motivazione per cui sono stati avviati negli ultimi decenni una serie infinita di studi, italiani ed esteri, con la conclusione unanime che l’uso del succo di bergamotto come supporto alla salute è naturalmente efficace.

Come è composto il succo di bergamotto

Analizzando il succo e l’albedo di bergamotto si evidenziano flavonoidi e glicosidi, come neoesperidina, naringina, neodesmina, neoeriocitrina, rutina, rhoifolina e poncirina, molti con profilo unico proprio del bergamotto. La naringina si è dimostrata utile contro l’aterosclerosi, mentre neoeriocitrina e rutina hanno dimostrato di possedere una forte capacità di prevenire l’LDL dall’ossidazione.
Alcuni flavonoidi unici del succo di bergamotto come la brutieridina e melitidina anno capacità di inibire la riduttasi HMG-CoA. La ricerca ha dimostrato che questi composti supportano in modo significativo il colesterolo totale sano LDL, i trigliceridi e aumenta l’assimilazione di glucosio nei muscoli e nel fegato, pertanto contribuisce a diminuire i livelli di glucosio nel sangue e a migliorare l’attività dell’insulina. Continua la lettura di Come è composto il succo di bergamotto

Che sapore ha il bergamotto

Il bergamotto, frutto ricercato da scoprire.

Un breve ripasso sul bergamotto è sempre opportuno, l’albero di bergamotto, raggiunge al più 3 m. di altezza, ha chioma arrotondata con rami pendenti, talora fino a toccar terra, è un albero simile al limone all’arancio. Anche il frutto somiglia all’arancio di medie dimensioni, sferico, ha buccia sottile, liscia, d’un bel giallo limone, ricca di ghiandole contenenti un olio essenziale di odore speciale gradevolissimo; contiene tra i 10 e 15 spicchi a polpa verde tendente al giallo, acidula. Continua la lettura di Che sapore ha il bergamotto

Il bergamotto rigorosamente calabrese

È il bergamotto rigorosamente calabrese, il prodotto più richiesto della settimana ai mercati ortofrutticoli. Si tratta di una referenza particolare (l’essere calabrese), con una clientela di nicchia e molto attenta.
Ci troviamo a ridosso del periodo della raccolta 2019 dell’agrume fresco, noi consigliamo l’acquisto un poco più in là, verso metà novembre , giusto il tempo di dare un poco di colorazione ai frutti. Il migliore comunque è quello di Febbraio. Continua la lettura di Il bergamotto rigorosamente calabrese

La depressione: trattamenti non convenzionali, alternativi e non farmacologici.

Olio essenziale di bergamotto, cure e rimedi

La depressione: trattamenti non convenzionali, alternativi e non farmacologici.

La depressione si può curare con terapie diremmo così non convenzionali?
Stando ad un famoso studio di metanalisi (Claudia Viedermann, Depressing News. Nature Reviews Neuroscience 9 (4): 252, 2008) che stabilisce un’equivalenza fra le varie terapie di cura e la depressione lieve, si direbbe che forse non la depressione tout court, ma la depressione lieve certamente si. Continua la lettura di La depressione: trattamenti non convenzionali, alternativi e non farmacologici.

Citrus Bergamia, Bergamotto Originale di Calabria