Bergamotto Puro Concentrato

succo di bergamotto

Bergamotto Puro Concentrato

Le caratteristiche del succo di frutta puro concentrato, attenzione alle etichette!

Come tutti i succhi di frutta, anche il bergamotto viene spesso realizzato e indicato in etichetta e nelle schede tecniche, come bergamotto puro concentrato. Ma cosa significa questa dicitura?

Innanzitutto specifichiamo che “ il succo di frutta ” è quel prodotto ottenuto schiacciando meccanicamente frutta sana e matura e fresca.
Quindi, da ciò si ottiene un succo di frutta al 100%, nel caso del bergamotto, il Bergasterol ha queste caratteristiche.

Il succo di frutta concentrato e/o puro concentrato, che spesso non viene neanche espresso in etichetta, è un prodotto che viene realizzato reinserendo l’acqua nel prodotto in vendita e spesso anche aromi (di bergamotto nel nostro caso) per ripristinare la miscela precedentemente concentrata. Anche il concentrato ha la dicitura 100% bergamotto.

Alla prima lettura di etichetta e pubblicitaria dei prodotti, si ha la sensazione che il concentrato sia, appunto un concentrato di prodotto, un qualcosa in più, un prodotto migliore. Ma è evidente che non è così.

Questa differenza tra 100% naturale e 100% concentrato diventa primaria nella scelta del prodotto da acquistare, anche perché il bergamotto nelle intenzioni e nelle aspettative del cliente il succo di bergamotto deve avere le caratteristiche di  nutraceutico e curativo.
Questo processo di realizzazione “da concentrato” tende a distruggere quanto di buono c’è nel succo di frutta, questo vale per tutti i succhi, a maggior ragione per il bergamotto.

Per gli operatori commerciali è più facile e conveniente realizzare succhi di frutta concentrati, si riesce anche ad inserire dei chiarificanti (legali) e altre sostanze che ne migliorano il gusto e l’aspetto.
Alla fine della storia come succede in tante altre occasioni, realizzare il prodotto naturale costa di più,

  • perché si è costretti a produrre quando i frutti hanno la loro maturazione stagionale
  • perché non puoi renderli più appetibili nel gusto e nell’aspetto
  • perché non puoi produrre quanto il mercato richiede
  • perché senza additivi e correttori hai più scarto di prodotto realizzato.