succo di bergamotto prezzo

Bergasterol, statine naturali

Succo di bergamotto prezzo.

Quando si procede all’acquisto di un prodotto si hanno diverse possibilità che indirizzano la scelta.
La prima è quella visiva istintiva. Si ha la sensazione di aver trovato il prodotto giusto in base alla facilità di ricerca, alla confezione accattivante e purtroppo alla sufficienza nell’acquisto dell’articolo.
La seconda è quella ponderata, il cliente legge il contenuto, valuta la composizione ed il rapporto qualità prezzo.

Succo di bergamotto prezzo
Non stiamo adesso a fare profonde analisi di mercato e strategie di marketing, questo articolo è indirizzato sulla scelta del succo di bergamotto e quindi per valutarne il prezzo in base ad alcuni elementi conoscitori dello stesso.

  1. Quanti succhi di bergamotto ci sono nel mercato?
  2. Quale è la differenza che ne determina il prezzo?
  3. Vale la pena spendere poco o tanto per un succo di bergamotto?

1 – Innanzitutto per identificarsi come succo, occorre una percentuale di prodotto superiore al 12%, altrimenti è una semplice bibita. Di succhi di bergamotto ce ne sono parecchi, prima di acquistare  è bene quindi conoscere la percentuale di succo presente, di solito è intorno al 30-50%, con aggiunta di acqua e zucchero. Di solito questi prodotti sono quasi sempre realizzati da concentrato di bergamotto (che non significa che c’è più bergamotto), questo aspetto viene spesso eluso in etichetta.

2 –  Al punto uno abbiamo identificato alcune differenze, ma non la sostanziale, cioè quella sul succo al 100%, è quella che più di altre ne determina il prezzo (anche tanto), cioè prodotto realizzato da concentrato e puro naturale. Differenza non da poco. Quello naturale spesso non ha conservanti, eccipienti e correttori, quello da concentrato necessita di aggiunte.
Altre differenze sono i sistemi di qualità che non sono esclusivamente legati al biologico, il Bergasterol per esempio che è il succo di bergamotto più longevo e più in vista, ha tra le caratteristiche quello di essere realizzato per un mercato erboristico e farmaceutico con chiari aspetti curativi per il soggetto che l’assume, il prodotto in questo caso è realizzato senza considerare il risultato del gusto, non deve piacere al palato, deve fare solo ciò che nelle aspettative di chi acquista. Tutto ciò ne determina il prezzo. Per determinare il prezzo più conveniente bisogna contrapporre due o più prodotti con le stesse caratteristiche.

3 – Questa ultima fase interrogatoria sul succo di bergamotto e sul prezzo è puramente soggettiva per le necessità dell’acquirente, è la sintesi dei punti 1 e 2, vale la pena spendere poco sul succo di bergamotto perché si ha esigenza di gusto, al contrario viste le caratteristiche nutraceutiche e curative che si attribuiscono al succo di bergamotto è meglio spendere qualcosa in più.

Succo di bergamotto prezzo
Un altro fattore che ne determina il prezzo del succo di bergamotto è la provenienza. Se la produzione è con bergamotti jonici costa di più, se tirrenica o da altre parti del mondo (poco possibile) costa di meno. Aggiungiamo che la bontà ed economicità del prezzo esposto è caratterizzata anche da una semplice logica di mercato con un’altra semplice domanda. Come è possibile che un succo realizzato con un agrume che si produce esclusivamente in un fazzoletto di terra calabra e che la richiesta supera abbondantemente le scorte, abbia lo stesso prezzo di un succo diffuso?