alternativa alle statine

Bergamotto, alternativa alle statine.

Quando si tratta di terapie naturali per la salute cardiovascolare e la sindrome metabolica, uno dei trattamenti più recenti e più efficace ad oggi, è il bergamotto.

Cos’è il bergamotto?

colesterolo e bergamotto, alternativa alle statine.

Stop al colesterolo con il bergamotto, valida alternativa alle statine.

Se sei un bevitore di tè, sei senza dubbio familiare con l’Earl Grey. Il suo aroma caratteristico e il suo sapore delicato lo rendono uno dei tè più popolari al mondo. La fragranza caratteristica di Earl Grey deriva dal bergamotto (Citrus bergamia), un agrume che cresce in Calabria nel versante jonico reggino, una rarità con 350 componenti chimici, irripetibili in altre zone del mondo. L’olio aromatico essenziale presente nella buccia di bergamotto è anche usato nei profumi e apprezzato in aromaterapia per la sua capacità di ridurre l’ansia.

Ma quello che ha davvero stuzzicato l’interesse medico per questo raro agrume è stata la ricerca convincente sui polifenoli del bergamotto. I polifenoli sono composti naturali meglio conosciuti per i loro effetti antiossidanti. I benefici del vino rosso, del tè, delle bacche, del cacao e di altri “super alimenti” sono dovuti in gran parte al loro alto contenuto di polifenoli, che proteggono da malattie cardiovascolari, cancro, perdita ossea, diabete e altri disturbi degenerativi.

Risulta che il succo di bergamotto (al contrario della buccia usata nel tè Earl Grey) contiene quantità eccezionalmente grandi di diversi polifenoli unici. E quando questo succo viene estratto al naturale, abbassa drasticamente i trigliceridi e il colesterolo LDL, aumenta il colesterolo HDL protettivo, aiuta a controllare lo zucchero nel sangue e migliora la funzione arteriosa complessiva e la salute cardiovascolare.

Il succo di bergamotto riduce i lipidi …

Il succo di bergamotto riduce il colesterolo LDL con la stessa efficacia delle statine che abbassano il colesterolo, ma aumenta anche il colesterolo HDL, cosa che le statine non possono fare. Questo è importante perché diversamente dall’LDL, che si accumula nella placca depositata nelle arterie malate, l’HDL accompagna il colesterolo dalle arterie al fegato. Pertanto, un basso livello di HDL è un fattore di rischio indipendente per le malattie cardiache.

In uno studio clinico, ripetuto successivamente in tutto il mondo controllato con placebo, i ricercatori italiani hanno somministrato quotidianamente estratto, succo di bergamotto, per studiare volontari con livelli elevati di colesterolo. Dopo un mese, il colesterolo LDL medio è diminuito del 36%, rispettivamente, il colesterolo HDL è aumentato del 40% e i trigliceridi, un altro fattore di rischio cardiovascolare, sono diminuiti del 39%. Questi sono risultati impressionanti per qualsiasi intervento, per non parlare di un supplemento nutrizionale.

… Il Bergamotto, alternativa alle statine senza esaurire il CoQ10

La riduzione del colesterolo di questa grandezza è solitamente possibile solo bloccando la HMG-CoA reduttasi, un enzima coinvolto nella produzione di colesterolo nel fegato e nella sintesi del coenzima Q10 (CoQ10), un antiossidante cruciale e un attore essenziale nella generazione di energia cellulare. Ecco come funzionano le statine e perché hanno così tanti effetti collaterali. Sì, abbassano il colesterolo, ma riducendo i livelli di CoQ10, drenano letteralmente le “batterie” del corpo e le riserve di antiossidanti.

Le agenzie per il controllo dei farmaci ora richiede ai produttori di statine di avvertire i pazienti che le statine chimiche sono collegate a molti problemi di salute, tra cui perdita di memoria, confusione e debolezza muscolare. Ma c’è di più: le statine possono anche causare tossicità epatica, affaticamento, indolenzimento muscolare, intolleranza all’esercizio, insufficienza cardiaca, amnesia e persino la morte.

Due polifenoli abbondanti nel succo di bergamotto, bruteridina e melitidina, hanno anch’essi come bersaglio questa stessa via, ma a un livello diverso e in un modo più delicato, quindi la sintesi del CoQ10 non è influenzata e gli effetti collaterali simili alle statine sono evitati. Gli studi non mostrano una riduzione dei livelli di CoQ10 negli animali a cui è stato somministrato il bergamotto, e i pazienti che avevano precedentemente assunto statine ma li hanno interrotti a causa di dolori muscolari, affaticamento e/o problemi al fegato hanno tollerato molto bene il bergamotto. Il succo di bergamotto è una valida alternativa alle statine.

Inoltre, il bergamotto ha altri meccanismi di azione che contribuiscono ai suoi effetti ipolipemizzanti. Riduce l’accumulo di trigliceridi nel fegato, un problema comune nelle persone obese, e lega il colesterolo agli acidi biliari, che aumenta la sua escrezione nel tratto intestinale.

Il bergamotto aiuta a mantenere in salute le arterie

I livelli di lipidi sono solo un aspetto della salute cardiovascolare. I polifenoli di bergamotto sono anche antiossidanti molto potenti che proteggono dai danni dei radicali liberi nei tessuti di tutto il corpo, incluso l’importantissimo endotelio vascolare.

La condizione e la funzione dell’endotelio – il sottile strato di cellule che rivestono i vasi sanguigni – è forse il determinante più importante della salute cardiovascolare, in quanto è intimamente coinvolto nella vasocostrizione / dilatazione e quindi pressione sanguigna, infiammazione, coagulazione del sangue e formazione di nuovi vasi sanguigni. È stato dimostrato che il succo di bergamotto ricco di polifenoli sopprime l’infiammazione, inibisce la formazione della placca e migliora la reattività arteriosa.

Bergamotto per la sindrome metabolica

Bergasterol, statine naturali

alternativa alle statine con il succo di bergamotto

Il bergamotto è anche un trattamento della sindrome metabolica sicuro ed efficace. Migliora gli aspetti multipli di questa condizione che colpisce milioni di persone ed è un precursore dei problemi di zucchero nel sangue.

E’ sempre raccomandabile il consulto del medico curante.
Nello sceglier il succo di bergamotto preferite quello naturale e senza aggiunte. Il Bergasterol ha i requisiti di mantenimento in fase di produzione di tutti i polifenoli del bergamotto.

Per l’olio essenziale contro l’ansia. http://www.olioessenzialedibergamotto.it